DOTT.SSA PAOLA VALENZANO

Per le mamme

Sei una mamma?

Per le mamme

Mi capita spesso di ripensare alla mia gravidanza ed al mio parto e proprio ripensandoci mi sono resa conto di quante cose è stato meglio non indagare troppo, ma anche di quante cose mi sarebbe piaciuto sapere e non ho avuto modo di farlo, nonostante i tanti libri e manuali sul tema.

Alcuni punti nell'arte di essere mamma rimangono di fondamentale importanza

  • Imparare la tecnica di rilassamento che sentiamo più adatta a noi! La contrazione amplifica il dolore, saper gestire la contrazione diminuisce non di poco la sensazione di dolore, posso affermarlo per esperienza personale. Tantissime sono le tecniche oggi proposte, ma non è detto che tutte vadano bene per tutti.                                 
  • Trovare quella che ci faccia sentire davvero a nostro agio e che ci riesca più "naturale" per come siamo fatte è fondamentale per riuscire a riprodurla in un momento tanto delicato come il travaglio, il tutto con la consapevolezza che se fatta nel modo giusto: FUNZIONA!
  • Rivolgersi a degli specialisti piuttosto che ascoltare le convinzioni e le esperienze di amiche e parenti (possono darci solo la loro visione personale e spesso "distorta", anche con le migliori intenzioni di aiuto); quindi largo a ginecologi, ostetriche e figure affini, senza dimenticare psicologi esperti nell'ambito della maternità.
  • Rallentare i propri ritmi o non sentirsi inadeguate se si è costrette e non si riesce a fare tutto quello che si faceva prima di restare incinte.
  • Immaginare il proprio bimbo e parlare con lui è sicuramente una buona esperienza da fare, ma lasciare un pò di spazio anche alla sorpresa, senza farsi condizionare né dai modelli di bambini proposti in televisione, né dai racconti terroristici di amiche e parenti.
  • Accettare il pianto, vale a dire accettare il fatto di non riuscire subito ed efficacemente a fermare il pianto del bambino, non è poi così automatico il meccanismo di simbiosi che fa sì che mamma e bimbo viaggino sulla stessa lunghezza d'onda, sono comunque due individui che devono prima conoscersi ed ognuno ha i suoi tempi.
  • Valutare l'importanza dell'allattamento al seno (vedi http://mami.org)